InGrandiMenti


Oggi raccontiamo la storia di Ai Weiwei. Attivista per i diritti umani, artista, designer, Uomo (nel senso di Essere Umano).

Un bandito per il suo Paese, una mente eccellente per la comunità internazionale.

Questo mix esplosivo ne fa una cassa ad alta risonanza che diffonde il suono della giustizia.

Oggi lo fa con un gesto eclatante: chiude la sua esposizione a Copenaghen per protesta contro la decisione del governo danese di confiscare i beni ai migranti per finanziare la loro stessa accoglienza.

Vorremmo, come piccolo blog, ascoltare la sua voce direttamente, stringergli la mano, toglierci il cappello al suo cospetto.

Non potendo, diffondiamo anche noi il suo gesto, cerchiamo nel nostro piccolo di chiedere a voi di divulgarlo perché questa lenta regressione dello stato “civile” sia messa sotto la lente di ingrandimento e arrivi chiara a tutti perché da tutti arrivi chiaro un NO.

Continuiamo ad essere umani…

Su di lui

Altro sulla notizia

 

Annunci

Un pensiero su “InGrandiMenti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...